Ecco come fre trading CFD con i migliori broker

Ecco come fre trading CFD con i migliori broker

I trader professionisti sanno che per fare trading CFD in modo sicuro e proficuo ci si deve affidare solo ai migliori broker.

Chi non è del settore sicuramente si starà chiedendo: “Ma quali sono i migliori, come li riconosco?”.

In questo articolo noi intendiamo chiarire tutti i vostri dubbi.

Il broker online è amministrato da una società di intermediazione che permette agli utenti di investire tramite le piattaforme di trading messe a disposizione da loro.

In questo modo il trader può accedere a gran parte dei mercati finanziari che variano in base al broker e quindi può mettere in atto i suoi investimenti. Gli asset finanziari sui quali si può negoziare sono davvero tanti, si parla ad esempio di coppie di valute come Euro/Dollaro, titoli azionari come Amazon, materie prime come l’oro e molto altro ancora.

I broker online professionali si distinguono dagli altri per diversi motivi, prima di tutto dalla presenza o meno delle certificazioni e autorizzazioni. Devono essere regolamentati e quindi devono possedere appunto le autorizzazioni e certificazioni rilasciate dagli enti regolatori, tra i più importanti troviamo la CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission) per l’Europa, la CONSOB (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa) per l’Italia e la FCA (Financial Conduct Authority) per il Regno Unito.

Detto ciò è importante che voi capiate che se vi iscrivete su broker non regolamentati rischiate di perdere tutti i vostri soldi perché di solito questi tipi di broker sono gestiti da truffatori che si appropriano di tutto sia appunto del vostro conto deposito che dei vostri dati personali.

Grazie alla presenza degli enti regolatori gli utenti possono stare tranquilli perché questi hanno il compito di accertarsi che i broker si attengano alle norme previste per la tutela del consumatore.

Inoltre i migliori broker sono caratterizzati anche da piattaforme di trading all’avanguardia, veloci, con un’interfaccia intuibile e facili da utilizzare. Devono essere alla portata di tutti e perciò deve essere in grado di utilizzarla sia un trader principiante che un trader professionista.

Gran parte di questi broker normalmente dedica un’intera sezione alla formazione del trader, mettendo a disposizione gratuitamente diversi servizi e strumenti come video lezioni, webinar, ebook e molto altro ancora.

C’è anche il Conto Demo che è stato pensato soprattutto per i trader principianti che hanno bisogno di esercitarsi.

Grazie a questo conto non si devono preoccupare di mettere a rischio il proprio capitale perché gli investimenti si effettuano con i soldi virtuali.

L’account demo viene utilizzato anche dai trader professionisti che approfittano della sua presenza per testare altre piattaforme oppure per mettere in pratica nuove strategie di trading. In tal modo anche loro tutelano il loro capitale.

Come vedete ci sono tante cose a cui dovete fare attenzione, ma ci sono altrettante cose di cui potete beneficiare per effettuare i vostri investimenti tramite il trading CFD (Contract for Difference).

A noi interessa la vostra sicurezza, quindi vi abbiamo parlato innanzitutto di cosa dovete fare per tutelarvi. Poi aggiungiamo che se non studiate e non farete pratica non riuscirete assolutamente a trarre profitto dalle vostre operazioni.

Il trading online richiede disciplina e se quindi i trader lo prendono come un gioco andranno incontro solo a perdite. Avete visto che avete a disposizione diversi strumenti e servizi gratuiti che vi aiuteranno a diventare dei trader professionisti, perciò se vi impegnerete riuscirete a trarre profitto dal trading CFD.

Vedrete che potrete investire sia sul rialzo che sul ribasso del prezzo dell’asset sottostante, che potrete utilizzare a vostro vantaggio la leva finanziaria e che potrete investire anche una sola piccola quota dell’intero valore del trade. Inoltre a differenza del classico trading con i CFD non si acquistano e non si vendono realmente i beni, ma si investe sul valore dell’asset sottostante.